PERCORSI FLEGREI
Gli itinerari percorribili nel Parco dei Campi Flegrei si inseriscono nell’ottica dello sviluppo di un sistema turistico culturale ed ambientale a partire dal ritorno (Re-tour) dei flussi di viaggiatori nazionali ed internazionali. Al centro del Mediterraneo, nel cuore della Campania felix, i Campi Flegrei rappresentano un prezioso scrigno d’arte, cultura e natura. Qui, il mito e la storia si incontrano tra monumenti archeologici di straordinaria importanza e paesaggi di struggente bellezza. Gli antichi chiamarono questa, la “terra ardente” per la natura vulcanica del suolo. Il territorio dei campi Flegrei, infatti, si caratterizza per il vulcanesimo attivo della Solfatara, le sorgenti idrotermali di Pozzuoli, Baia, Miseno, Fusaro e il lago craterico dell’Averno. La mitologia e la storia sono intimamente legate alla natura vulcanica del territorio, diventato lo scenario ideale per le ambientazioni letterarie di poeti e scrittori. Qui muore Baios, il nocchiero di Ulisse, qui Virgilio fa perire Miseno, il trombettiere di Enea, qui c’è l’ingresso al mondo dell’oltretomba, qui la Sibilla Cumana dispensa i suoi vaticini, accompagna Enea all’Averno e gli annuncia la grandezza di Roma. I promontori flegrei sono stati scelti dai mercanti navigatori per i primi insediamenti della Magna Grecia: Pithaecusa e Cuma degli Eubei, mentre i profughi greci dell’isola di Samo scelsero l’attuale Pozzuoli per fondare Vicearchia. L’Averno ospita il porto di Augustus, imponente porto militare che sarà poi trasferito a Miseno. I fenomeni termali dei campi flegrei trasformano Baia in un esclusivo luogo di villeggiatura, ozio e vizio della Roma imperiale. A testimonianza della grandiosa storia, oggi il territorio ha ereditato un complesso monumentale inestimabile, legato alla natura dei luoghi, ai miti e alla letteratura. La particolare bellezza paesaggistica e naturale contraddistinta dalla presenza di colli terrazzati coltivati a vigneti ed agrumeti, dalla rigogliosa macchia mediterranea, dai boschi e dalla eccezionale linea di costa, hanno favorito l’insediamento umano fin dall’antichità. In questo splendido e magico luogo gli occhi si riempiono di immensità.